2005/2007: CECI N’EST PAS UNE BOUTEILLE DE CHAMPAGNE

Quando un uomo dice di no allo champagne, dice no alla vita.

Pierre Segui

UNO+UNO= MUSÉE D'ORSAY GRAZIE A UN FERRO DA STIRO

Le idee spesso nascono nei posti più improbabili e quando meno te lo aspetti. Questa sotto la doccia.

Però quando si esce dalla doccia le idee bisogna realizzarle, altrimenti rimangono solo idee e quelle bagnate non si possono nemmeno riporre in un cassetto, allora bisogna assolutamente agire. Qui il tutto diventa più complicato. Innanzi tutto si deve pensare come, a tutti i risvolti tecnici, alla comunicazione e strategie commerciali. Stavo quindi riflettendo su un modo veloce quasi "industriale" per sviluppare il mio progetto, visto che era fatto di molti esemplari, che consisteva nell'avere un disegno base serigrafato per in seguito intervenirci e renderlo "pezzo unico". Contemporaneamente ho incaricato in studio i miei collaboratori per cercare gallerie e luoghi che sposassero il progetto. Volevo uscire con questo lavoro in tempi strettissimi. Facendo affidamento sulle mie conoscenze delle tecniche "tradizionali" appunto quali la stampa serigrafica (fino a pochi anni fa non si parlava di stampa digitale su tela, ora è tutto diverso), mi sono scontrato immediatamente nei tempi pachidermici che richiedevano gli artigiani. Intanto però sull'altro fronte, quello delle gallerie nel mondo stava andando molto bene, avevamo già molte conferme e volevano sapere le date. Quindi... panico e sconforto per l'aspetto tecnico che era in alto mare, ma... un giorno rincasando, vidi mio figlio che chiedeva alla nostra signora che stirava, se gli poteva "stirare" su una t-shirt un disegno che aveva scaricato da internet e stampato su una carta speciale, non ci potevo credere! in un attimo elaborai la questione: Carta termoadesiva da stampanti su T-Shirt, quindi su cotone! ma anche le mie tele sono di cotone! 1+1=2! avevo risolto il problema, mi bastava stampare le basi in studio e far ritagliare le sagome e portarle alla nostra signora che era contenta di fare anche gli straordinari!, tutto quindi procedeva veloce come avevo sognato. Pare che il ferro da stiro porti fortuna agli artisti, aveva già cominciato con Man Ray. Poco dopo sapendo quel che stavo facendo, la telefonata in persona della Presidente della Veuve Clicquot!
La storia continua...

TRAVELLING EXHIBITION: OUVERTURE 15 DECEMBER 2005 - 6,30 P.M.
Contemporaneamente: Torino, Milano, Pisa, London, New York, Berlin, Hong Kong, Paris, Papeete...

Ouverture stesso giorno stessa ora con la sola differenza di fuso orario.

INVITATION POSTCARD

NËRI/VEUVE CLICQUOT: MUSÉE D'ORSAY PARIS, OUVERTURE 21/03/2006 - heures 18,30
sponsor Veuve Clicquot Ponsardin

Mi sono sempre piaciuti il colore Giallo e l’immagine della Veuve Clicquot. Quando penso ad una bottiglia di champagne penso alla "Vedova", sono mesi che dipingo questo "simbolo"nelle mie strips e per l’installazione itinerante che in questo momento è in giro per il mondo. Quando mi è stato chiesto di dipingere dalla Maison altre 250 tele per il lancio mondiale di un nuovo champagne ma Rosé, l’ho accolto come una nuova sfida cromatica. Da quel momento ho dovuto rifare i conti col mio modo di pensare e dipingere la bottiglia Veuve Clicquot… adesso come un grande artista che tutti conosciamo anche io posso dire di aver avuto il "periodo rosa".

PACKAGING VEUVE CLICQUOT

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

Jean Marc Lehu (Maitre de Conférences)

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

MUSÉE D'ORSAY

A volte il vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato.

Jim Morrison

Per il rinfresco, è stato noleggiato un Bateau-Mouche per festeggiare a base di Champagne rigorosamente Veuve Clicquot! con amici e collezionisti: Elio Fiorucci, Isabelle Huppert, Joaquín Cortés, Julie Depardieu, M.me Andrée Putman, etc...

FRIENDS /COLLECTORS

PART. INSTALLATION

AT WORK: the story in pictures...

WORK IN PROGRESS

WORK IN PROGRESS

WORK IN PROGRESS

FIRST INSTALLATION