2005/2007: PICTORIAL SUPERMARKET

Se la lista dei tuoi sogni è più corta di quella della spesa dovresti rivedere le tue priorità.

Anonimo

Supermercato immaginario... strips

Un mondo veloce, visione e assimilazione fugace, zapping tra vetrine e scaffali… prodotti delle più svariate specie allineati, pronti all’acquisto, al consumo, alla trasformazione, al cambiamento di contesto. Icone del brand, prodotti della terra, oggetti di larga diffusione, etc… riconoscibili da diverse culture e latitudini, vivono nelle mie tele sotto forma di strips poichè anche il mio intervento passa con disinvoltura da un quadro all’altro in una sorta di nastro di dialogo pronto a contaminare e contaminarsi in continuo divenire. Nasce così l’idea di costruire questo “mercato pittorico”, i quadri come nelle vetrine sono esposti in uno spazio consacrato all’arte, dove per caratteristica del luogo siamo “propensi” a osservare e riflettere. Una sorta di Show delle immagini di oggetti che ci circondano quotidianamente e nonostante la loro moltiplicazione e invasione non riusciamo più a cogliere… li diamo per scontati e non ci soffermiamo a osservarli… Quadri ispirati al lusso, alla cultura (sequenze di dorsi di libri e magazine…), alla terra (sassi, vegetali…), oggetti d'uso quotidiano (bacinelle, arredamento…) e prodotti di uso corrente (caffè, scatolame vario, detersivi…), alcune di queste opere possono essere profumate per lavorare anche sulla multisensorialità del messaggio. Mettere gli “oggetti” su una tela trasformandoli in “opera astratta”, presentarli in galleria decontestualizzando il soggetto.

CampariOK

Campari/2006
mixed media on canvas
cm 50x50 - inch 19.68x19.68

MemeticsSigns

Memetics sign/2005
mixed media on canvas
cm 70x115 - inch 27.56x45.28

SEX

SEX/2005
mixed media on canvas
cm 40x25 - inch 15,74x9,84

LE ICONE DEL LUSSO: I MULTIPLI

Chanel
CHANEL N.5

2006 ->


mixed media
on canvas
Multiple with artist's
interventions,
numbered and signed,
still in production
cm 20x20 - 30x30
inch 7.87X7.87 - 11.81x11.81
or on request
Veuve Clicquot/jaune et rosé

2006 ->


work series exhibited at
Musée d'Orsay Paris
mixed media
on canvas
Multiple with artist's
interventions,
numbered and signed,
still in production
cm 40x20
inch 15.74X7.87
or on request

L'ACQUA È UN'OPERA D'ARTE:
100 quadri per
ACQUA SANT'ANNA

q07S.AnnaSingola

N.1/100

q07S.AnnaPACK

DRY RILIEF PRINT PACKAGE

q07S.Anna2

PART INSTALLATION

ACQUA SANT'ANNA/2007 mixed media on canvas Multiple with artist's interventions, numbered and signed (1/100), cm 40x20 - inch 15.74X7.87

DAY TO DAY ABSTRACTION

I miei lavori sono indizi del mondo che ci attornia, comuni denominatori ed esperienze dove ognuno può ritrovarsi e dare un ordine personale… sono cose che capitano a tutti, stimoli sensoriali da concludere e riorganizzare.

...sono stato impressionato dalla qualita' delle sue opere. F. Frullone "Saatchi Gallery London"

Neon

Neon/2004
acrylic on canvas
cm 160x80 - inch 62.99x31.5

NeonPart

DETAIL

F550

Contemporary Icon/F.550/2007
acrylic and silver leaf on canvas
cm 192.5x192.5 - inch 75.79x75.79










il cofano di una Ferrari è scultura e mito,
la Venere di Milo dei giorni nostri...

Furnishing

Furnishing/2006
acrylic on canvas
cm 192.5x192.5 - inch 75.79x75.79










Ma quante volte spostiamo le sedie?
Le loro gambe creano
infinite combinazioni ritmiche nel
pentagramma quotidiano...

q06Basins

Basin bowls/2006
acrylic on canvas
cm 192.5x192.5 - inch 75.79x75.79










Bacinelle: siamo abituati a vederle orizzontali, anzi siamo talmente abituati a vederle che non le vediamo più... ma sono forme così primordiali e pure, da risultare astratte.

Hoover

Hoover/2007
acrylic on canvas
cm 115x150 - inch 45.28x59.06






Un quadro dedicato all’aspirapolvere, una sorta di “omaggio a”, riscatto di quell’elettrodomestico che ci aiuta a vivere in modo decoroso e che dopo aver fatto il suo dovere viene sempre riposto in nascondigli nelle nostre case, quasi ci vergognassimo (chissà poi perché), gli elettrodomestici che ci circondano acquistano un’umanità e mi dispiaceva trattarlo come uno di serie B, “bidonandolo” ed emarginandolo mentre suoi parenti più blasonati fanno bella mostra e status sui piani delle nostre domus. E poi l’aspirapolvere non sembra un piccolo amico robot?